ILLUSIONE YOGA Il buddha idolo Chiesa e induismo buddista assassino
ILLUSIONE YOGA
Il buddha idolo
Chiesa e induismo
buddista assassino
Mantra e demoni
Gandhi e gli altri
astuzie yogi
magia yoga
inganno yoga
PERLE TANTRA
TANTRA MALEDETTO
TANTRA PERVERSIONI
Il terzo occhio
reincarnazione
yoga in pillole
spiriti demoni
negromanti e magia
meditazione t.
astrologia
IL MEDICO MAGO
energia vitale
agopuntura
iridoccultismo
omeopatia
cristalloterap.
Gli angeli e la carne
ERESIA VEGAN
culto vegano
vetero vegani
Vegetariano eretico
vegetariani
Green Hill
Sperimentazione animale e Bibbia
odio vegan
DON FANFULLA
IL SODOMITA
BABYLON CITY
Babilonia 2029
Babilonia 2030
UE
Attila l'immigrato
Lettera ai demoni
Attila torna a casa tua
LUCIFERO NELLE LOGGE
lucifero
massoneria
VACCINI E CERVELLO
WI38 MRC5 e magia nera
massogiornalis.
Lutero all'inferno
teosofia
antroposofia
IL FALSO PROFETA
bene senza dio
l'anticristo pacifista
Geppo
apocalisse
autismo
Ghandi
Mandela
FEMMINICIDIO
FEMMINICIDI RIMEDI
SEDUZIONE DONNA
femminismo
8 marzo
la discoteca
il maschicidio
satanapolitica
Lunacek
AMMONIRE
divorziati
contraccezione
omofobia
U 235
sodomia, sabba e morte
omofobi pericolosi
CATTOFALSI
POTERE MEDIA
politici e vip
Gli F35 d Mauro
Jovanotti e il condom
Benigni
NWO E CIRICINO
IL FEMMINISMO E IL DEMONE
Zaffiro 2016
Valchirie femministe
IL PERICOLO IMMIGRATI
BIFFI E IMMIGRATI
CASTIGHI E NATURA
Castigo terremoto
LA FAME E IL CASTIGO
Castighi nel Levitico
castigo malattia
Dueteronomio e Castighi
LA GUERRA E I CASTIGHI
la rivoluzione francese
Usa Isis
La Russia di Putin
lo psicologo
RICOSTRUTTORI NELLA PREGHIERA
satana nel quot
suggestioni
COMANDAMENTI
VIZI CAPITALI
Santa Teresina
Maria Goretti
Donna santa
ABITI IMPUDICI
Ippolito e la lussuria
pudore
 
 
 

" Se qualcuno crederà , che ci si debba astenere dalle carni degli uccelli o degli animali terrestri, che sono state date per nutrimento, non tanto per la disciplina del corpo , ma perchè siano da esacrare, sia anatema."



1 Sinodo di Toledo
Enchiridion Symbolorum 43° edizione pag 109


cattolicivegetarianiacv








 
In considerazione di una deriva animalista, che nulla ha a che vedere con la Chiesa di Cristo, in questo link si cercherà di far luce
sull'incompatibilità della prospettiva new age / vegana con quella cristiana.
La realtà è che  l'animalismo, troppo spesso, è l'ultimo rifugio mentale di chi si disinteressa del prossimo, anzi spesso lo odia e quindi ostenta uno pseudo sentimentalismo per agli animali anche per sedare la propria coscienza.

Ovviamente non è in discussione il rispetto per il creato nè l'amore per gli animali, ma sono in discussione forme di morbosità tipiche di questi tempi (spritualmente trattasi di idolatrie) che non c'entrano assolutamente nulla con la religione cristiana.




Secondo George Orwell "ci sono persone, come i vegetariani o i comunisti, con cui è impossibile discutere". Può essere. Ma chi scrive per questo sito non può lasciare nulla di intentato per avvisare i cristiani vegetariani delle  nuove eresie manichee o peggio dalle derive teosofico induiste che  come un cancro minacciano la fede cattolica.


Seguono quindi in breve semplici concetti teologici che chiariscono la posizione del cristiano rispetto all'uso lecito  degli animali per il proprio nutrimento, per la sperimentazione e per il confezionamento degli indumenti ( catechismo 2417).





IMPOSTURA NEGLI ULTIMI TEMPI SUI CIBI

LETTERA DI SAN PAOLO

1 Lettera  (cap 4) a Timoteo San paolo

 Lo Spirito dichiara apertamente che negli ultimi tempi alcuni si allontaneranno dalla fede, dando retta a spiriti menzogneri e a dottrine diaboliche,  sedotti dall'ipocrisia di impostori, gia bollati a fuoco nella loro coscienza.  Costoro vieteranno il matrimonio, imporranno di astenersi da alcuni cibi che Dio ha creato per essere mangiati con rendimento di grazie dai fedeli e da quanti conoscono la verità.

Infatti tutto ciò che è stato creato da Dio è buono e nulla è da scartarsi,

quando lo si prende con rendimento di grazie, perché esso viene santificato dalla parola di Dio e dalla preghiera.







                 1) GESU'  MANGIAVA CARNE?


GESU ' DA RISORTO  MANGIA  UNA PORZIONE DI PESCE ARROSTITO

 Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona apparve in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!».  Stupiti e spaventati credevano di vedere un fantasma.  Ma egli disse: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa come vedete che io ho».  Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi.  Ma poiché per la grande gioia ancora non credevano ed erano stupefatti, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; egli lo prese e lo mangiò davanti a loro.

Luca 24



DIO VESTE DI PELLI ADAMO ED EVA


Il Signore Dio fece all'uomo e alla donna tuniche di pelli e le vestì.
Genesi 3

DIO COMANDA CHE GLI ABITI SACERDOTALI SIANO DI PELLI DI MONTONE E DI TASSO

Mosè disse a tutta la comunità degli Israeliti: "Questo il Signore ha comandato:
Prelevate su quanto possedete un contributo per il Signore. Quanti hanno cuore generoso, portino questo contributo volontario per il Signore: oro, argento e rame,tessuti di porpora viola e rossa, di scarlatto, di bisso e di pelo di capra, pelli di montone tinte di rosso, pelli di tasso e legno di acacia, olio per l'illuminazione, balsami per unguenti e per l'incenso aromatico,
pietre di ònice e pietre da incastonare nell'efod e nel pettorale.


SALOMONE IL DONO DELLA SAPIENZA E L'ALIMENTAZIONE NEL SUO REGNO

In quella notte Dio apparve a Salomone e gli disse: «Chiedimi ciò che vuoi che io ti conceda». Salomone disse a Dio: «Tu hai trattato mio padre Davide con grande benevolenza e mi hai fatto regnare al suo posto. Ora, Signore Dio, si avveri la tua parola a Davide mio padre, perché mi hai costituito re su un popolo numeroso come la polvere della terra. Ora concedimi saggezza e scienza e che io possa guidare questo popolo; perché chi potrebbe mai governare questo tuo grande popolo?».

Dio disse a Salomone: «Poiché ti sta a cuore una cosa simile e poiché non hai domandato né ricchezze, né beni, né gloria, né la vita dei tuoi nemici e neppure una lunga vita, ma hai domandato piuttosto saggezza e scienza per governare il mio popolo, su cui ti ho costituito re, saggezza e scienza ti saranno concesse. Inoltre io ti darò ricchezze, beni e gloria, quali non ebbero mai i re tuoi predecessori e non avranno mai i tuoi successori».

II Libro delle cronache



Viveri di Salomone

Salomone esercitava l'egemonia su tutti i regni, dal fiume alla regione dei Filistei e al confine con l'Egitto. Gli portavano tributi e servirono Salomone finché visse.

I viveri di Salomone per un giorno erano trenta kor di fior di farina e sessanta kor di farina comune,dieci buoi grassi, venti buoi da pascolo e cento pecore, senza contare i cervi, le gazzelle, le antilopi e i volatili da stia.

Libro dei Re

2) LA CHIESA COSA DICE SULL' ALIMENTAZIONE A BASE DI CARNE

 

2417 Dio ha consegnato gli animali a colui che egli ha creato a sua immagine è dunque legittimo servirsi degli animali per provvedere al nutrimento o per confezionare indumenti. Possono essere addomesticati, perché aiutino l'uomo nei suoi lavori e anche a ricrearsi negli svaghi. Le sperimentazioni mediche e scientifiche sugli animali sono pratiche moralmente accettabili, se rimangono entro limiti ragionevoli e contribuiscono a curare o salvare vite umane.

CATECHISMO



  
SAN FRANCESCO E LA CARNE

SanFrancescovegan"quando è Natale non vi sono astinenze che tengano. E se i muri potessero mangiare carne, bisognerebbe darla in pasto anche a loro."







San Francesco riceve in Egitto la notizia della rivolta di una parte dell'ordine contro il Fondatore (ma guarda un po'... niente di nuovo sotto al sole, allora...) e si precipita a tornare ad Assisi. Qui sì accorge che la rivolta è ben più grave di quanto pensasse: i ribelli avevano perfino modificato la Regola da lui scritta. Riceve le notizie mentre è a tavola con Pietro de' Cattani. Sulla mensa vi era un piatto di carne, sebbene fosse uno dei giorni che i nuovi "capi" avevano dichiarato astinenza. Francesco, guardando il piatto, si rivolse a Pietro, e disse:
"Messer Pietro (poiché, per rispetto alla sua scienza, Francesco lo chiamava sempre messere), messer Pietro, che cosa dobbiamo fare?
Eh, rispose frate Pietro, ne faremo quel che vorrete, perché voi solo potete dare ordini.
Allora - replicò Francesco - obbediamo al Santo Vangelo, e mangiamo ciò che ci viene messo dinanzi".
(Giordano di Giano, Analecta, I; 4-5)




QUAL E' IL SENSO DEL DIGIUNO CRISTIANO?



IL FINE DEL DIGIUNO CRISTIANO NON E' LA SALVEZZA DEGLI ANIMALI MA  NELLA PENITENZA INFATTI COME DICE LO STESSO AQUINATE:


IL DIGIUNO

....per lo scopo stesso del digiuno fu giustamente interdetto l'uso delle carni , delle uova e dei latticini, perchè questi sopratutto sono deliziosi e provocanti il senso.

questione 147  punto 8


Compendio della Somma Teologica di San Tommaso d'Aquino
G.DAL SASSO -R. COGGI




CONDANNA DELLA CHIESA SU TEORIE VEGANE ERETICHE

I °  SINODO DI BRAGA
Se qualcuno reputa cibi immondi le carni, che Dio diede in uso agli uomini e, non per disciplina del suo corpo, ma perchè li titiene immondi, si astiene da essi in modo da non gustare neppure verdura cotta con la carne, come dissero Manicheo e Priscilliano sia anatema.

PAPA GIOVANNI  III :17 LUGLIO 561-13LUGLIO 574
Enchiridion Symbolorum 43°edizione




INFATTI PER LA CHIESA NON CI SONO CIBI CHE NON SI POSSONO MANGIARE

Il senso cristiano del digiuno e dell'astinenza. CEI

"per il cristiano l’astinenza non nasce dal rifiuto di alcuni cibi come se fossero cattivi: egli accoglie l’insegnamento di Gesù, per il quale non esistono né cibi proibiti né osservanze di semplice purità legale: “Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa contaminarlo; sono invece le cose che escono dall’uomo a contaminarlo”






















 





















 


Site Map