NON TI SPOSARE UNA FEMMINISTA CORSO PREMATRIMONIALE CAP. I CORSO PREMATRIMONIALE CAP.II CORSO PREMATRIMONIALE CAP. III
NON TI SPOSARE UNA FEMMINISTA
CORSO PREMATRIMONIALE CAP. I
CORSO PREMATRIMONIALE CAP.II
CORSO PREMATRIMONIALE CAP. III
CORSO PREMATRIMONIALE CAP.IV
CORSO PREMATRIMONIALE CAP. V
CORSO PREMATRIMONIALE CAP. VI
CORSO PREMATRIMONIALE CAP. VII
CORSO PREMATRIMONIALE CAP.VIII
CORSO PREMATRIMONIALE CAP. IX
CORSO PREMATRIMONIALE CAP. X
ILLUSIONE YOGA
Il buddha idolo
Chiesa e induismo
buddista assassino
Mantra e demoni
Gandhi e gli altri
astuzie yogi
magia yoga
inganno yoga
PERLE TANTRA
TANTRA MALEDETTO
TANTRA PERVERSIONI
Il terzo occhio
reincarnazione
yoga in pillole
spiriti demoni
negromanti e magia
meditazione t.
astrologia
IL MEDICO MAGO
energia vitale
agopuntura
iridoccultismo
omeopatia
cristalloterap.
Gli angeli e la carne
ERESIA VEGAN
culto vegano
vetero vegani
Vegetariano eretico
vegetariani
Green Hill
Sperimentazione animale e Bibbia
odio vegan
IL SODOMITA
LA FINE DI BABILONIA
BABYLON CITY
Lettera ai demoni
Attila torna a casa tua
Forestiero pericoloso per la Fede
LUCIFERO NELLE LOGGE
lucifero
massoneria
CASTIGHI
VACCINI E CERVELLO
Medicina a Babilonia
Lutero all'inferno
teosofia
antroposofia
bene senza dio
l'anticristo pacifista
Geppo
apocalisse
Mandela
Gandhi
FEMMINICIDI OGGI
FEMMINICIDIO
SEDUZIONE DONNA
femminismo
CLEOPATRA
8 marzo
la discoteca
AMMONIRE
divorziati
contraccezione
omofobia
sodomia, sabba e morte
omofobi pericolosi
POTERE MEDIA
CATTOFALSI
Zaffiro 2016
Valchirie femministe
la rivoluzione francese
lo psicologo
RICOSTRUTTORI NELLA PREGHIERA
COMANDAMENTI
suggestioni
VIZI CAPITALI
Santa Teresina
Maria Goretti
ABITI IMPUDICI
Donna santa
Ippolito e la lussuria
pudore
 
 

mimosa-012Come in un' incarnazione del mito satanista Lilith, il femminismo si fa spazio.



Il femminismo è stravolgimento dell’ordine divino, ed è nella sua manifestazione mediatica ed individuale copertura delle parole della Scrittura e di concetti teologici, in nome di un egualitarismo di ruoli familiari , erroneamente confuso con la pari dignità.

Una dinamica invasiva  femminista erede di una visione sessantottina, ha silenziato tutte le voci fuori dal coro progressista, per imporre  nelle menti di molti intellettuali e non, i canoni di una nuova prospettiva anticristiana del mondo ed in particolare nei rapporti familiari.



Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo


L'uomo come bene dice poi San Paolo deve amare la propria moglie ed è in questa prospettiva che si deve realizzare l’autorità del marito ( e non in un'altra visione.)




2 lettera agli Efesini


La sottomissione nell' amore, della  donna nella famiglia (e nell’uomo in altri contesti extrafamiliari ) non indica un’inferiorità del sottomesso, ma solo un percorso di santità che si ritrova nelle beatitudini e di cui Gesù si fa precursore e modello.

«Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.
Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso.
Luca 2





La donna non diviene grande nel femminismo mondano , ma diviene santa in Dio ad imitazione di Maria SS che è Regina in forza dell’umilta'’.
Nel femminismo sessantottino  si ripropone invece  in maniera collettiva la tentazione del serpente che aizza Eva contro Dio, quello che satana fa ai tempi moderni , la fa però ad un immenso pubblico femminile  in forza di trasmissioni televisive, spot e riviste.


L ’umiltà strada per la santità, non è propria del femminismo,quest'ultimo di fatto altro non è che manifestazione ideologica di una donna antitesi di quella che si ritrova nel progetto divino.
E questo perchè nel femminismo vi è l’ esaltazione diabolica delle trasgressione dei precetti di Dio, in particolare nella violazione della sacralità della vita ( aborto),
nell' emancipazione sessuale (violazione 6 comandamento), nel pudore (violazione 9 comandamento ) e si ritrova nella femminista   il  desiderio di realizzare, attraverso  pressioni alla società , quasi un' ’inversione satanica, studiata nella sua essenza, della frase  di Paolo  e così sembra nella logica femminista che la frase divenga questa:


       La moglie non ami e distrugga l'ordine divino  sottomettendo il marito.






TeresinaSembra impossibile  nel contesto mediatico di questi tempi che siano esistite   mogli come  Santa Rita o  Santa Brigida o donne dello spessore di  Santa Teresina che conquistava a Dio le anime solo in forza della dolcezza del suo volto.

Così vi è in  questa generazione un diffuso femminismo arrogante nel suo vittimismo che in virtù di una continua proiezione al vasto pubblico dell'immagine un ' uomo pericoloso in sè stesso, cerca un 'annientamento delle figure cristianamente intesa   di marito o padre..

La Bibbia insegna che se l’uomo è immagine di satana nella violenza (Caino) , la donna lo è nella seduzione (Salomè), ma fuori da ogni possibile previsione anche gli uomini divengono forti seduttori e le donne violente a volte sin da piccole come nei dilaganti casi di bullismo femminile adolescenziale.
Di fatto una violenza femminista di ricatto tiene in scacco, a tempo indeterninato, l'ordine da Dio costituito, nell'attesa che il mondo cristiano riprenda quelle  semplici verità già ampiamente enunciate nelle encicliche:

CASTI CONNUBII PIO XI:

Se l’'uomo infatti è il capo, la donna è il cuore; e come l’'uno tiene il primato del governo, così l’'altra può e deve attribuirsi come suo proprio il primato dell’amore.

Quanto poi al grado ed al modo di questa soggezione della moglie al marito, essa può essere diversa secondo la varietà delle persone, dei luoghi e dei tempi; anzi, se l’'uomo viene meno al suo dovere, appartiene alla moglie supplirvi nella direzione della famiglia. Ma in nessun tempo e luogo è lecito sovvertire o ledere la struttura essenziale della famiglia stessa e la sua legge da Dio fermamente stabilita.



Anche senza essere cristiani ci si domanda come il mondo non credente non provi disgusto per il diffuso erotismo e la volgarità che non possono essere proprie della donna che si fa femminista "emancipata", quando  invece e' destinata a essere immagine di Maria SS.





demone_femminismo_3La rappresentazione femminile a cui satana vuole conformare le donne di ogni tempo è come un demone , non reale, ma che contiene in sé tutte le prerogative che satana vorrebbe nelle donne affinchè siano il suo riflesso sulla terra, così arrogante nel carattere, abortista nell’'ideologia,  seminuda per libertà, lussuriosa per emancipazione, la femminista sessantottina perde la sua vocazione alla santità per essere come un demone sulla terra.


Che dire?


Alle figlie di Dio il riferimento delle sante,

alle figlie del demonio il riferimento Lilith.





Site Map