ILLUSIONE YOGA Il buddha idolo Chiesa e induismo buddista assassino
ILLUSIONE YOGA
Il buddha idolo
Chiesa e induismo
buddista assassino
Mantra e demoni
Gandhi e gli altri
astuzie yogi
magia yoga
inganno yoga
PERLE TANTRA
TANTRA MALEDETTO
TANTRA PERVERSIONI
Il terzo occhio
reincarnazione
yoga in pillole
spiriti demoni
negromanti e magia
meditazione t.
astrologia
IL MEDICO MAGO
energia vitale
agopuntura
iridoccultismo
omeopatia
cristalloterap.
Gli angeli e la carne
ERESIA VEGAN
culto vegano
vetero vegani
Vegetariano eretico
vegetariani
Green Hill
Sperimentazione animale e Bibbia
odio vegan
DON FANFULLA
IL SODOMITA
BABYLON CITY
Babilonia 2029
Babilonia 2030
UE
Attila l'immigrato
Lettera ai demoni
Attila torna a casa tua
LUCIFERO NELLE LOGGE
lucifero
massoneria
VACCINI E CERVELLO
WI38 MRC5 e magia nera
massogiornalis.
Lutero all'inferno
teosofia
antroposofia
IL FALSO PROFETA
bene senza dio
l'anticristo pacifista
Geppo
apocalisse
autismo
Ghandi
Mandela
FEMMINICIDIO
FEMMINICIDI RIMEDI
SEDUZIONE DONNA
femminismo
8 marzo
la discoteca
il maschicidio
satanapolitica
Lunacek
AMMONIRE
divorziati
contraccezione
omofobia
U 235
sodomia, sabba e morte
omofobi pericolosi
CATTOFALSI
POTERE MEDIA
politici e vip
Gli F35 d Mauro
Jovanotti e il condom
Benigni
NWO E CIRICINO
IL FEMMINISMO E IL DEMONE
Zaffiro 2016
Valchirie femministe
IL PERICOLO IMMIGRATI
BIFFI E IMMIGRATI
CASTIGHI E NATURA
Castigo terremoto
LA FAME E IL CASTIGO
Castighi nel Levitico
castigo malattia
Dueteronomio e Castighi
LA GUERRA E I CASTIGHI
la rivoluzione francese
Usa Isis
La Russia di Putin
lo psicologo
RICOSTRUTTORI NELLA PREGHIERA
satana nel quot
suggestioni
COMANDAMENTI
VIZI CAPITALI
Santa Teresina
Maria Goretti
Donna santa
ABITI IMPUDICI
Ippolito e la lussuria
pudore
 
 
       
Alla fine degli anni settanta  andava  benone un  fumetto   per bambini  dal titolo Geppo.
Un po’ grassottello Geppo  era un diavolo stranamente buono che si trovava a condividere per  "errore"  insieme agli altri demoni la sorte infernale di chi si era ribellato all’Altissimo. Sempre  in continua crisi d’identità il malcapitato provava a fare del male ma non gli riusciva per niente e si beccava le continue lavate di capo di un satana che nel volto disegnato in quelle pagine pareva più un bandito messicano che il nemico di Dio.
Tralasciando il giudizio spirituale sul fumetto,  devo dire  che adesso comprendo alla perfezione quel diavolo buono che non mancava mai di aiutare la vecchietta ad attraversare la strada, né di fare l’elemosina ai barboni e di comportarsi come un  boy scout  un po’' maldestro  a cui  in fondo poco importava della salvezza eterna del suo prossimo, ma era interessato a quella serenità terrena che, spesso, poco ha a che vedere con  il bene di Dio.
La vita dell’uomo è quasi sempre  crocifissa e di serenità  alcuni cristiani durante la salita al calvario  ne vedono davvero ben poca; salvo qualche Veronica che Gesù ci mette sulla strada, durante il percorso  oltre alla Croce spesso si aggiungono gli sputi e le derisioni dei nemici di Cristo,  l’abbandono degli amici e l’incomprensione dei parenti e siccome il nostro sforzo deve superare la nostra misera umanità dobbiamo anche amare tutti i rompiscatole che  ci circondano durante le nostre sofferenze anzi dobbiamo perdornarli anche quando sono addirittura loro stessi la causa dei nostri mali. Certo la Grazia di Cristo  e la vista del premio che ci aspetta ci aiutano parecchio ma comunque noi cristiani  su questa  terra di  vacanze ne facciamo poche.
E così entra in gioco Geppo, il diavolo "buono", lui in fondo è sempre accanto al cristiano non perchè questi scelga il male visibile ma cerchi quel bene terreno che rovina l’anima e porti il malcapitato all’inferno eternamente.

Infatti esiste un momento in cui il cristiano comincia, chissà magari propro consigliato dal diavolo "buono" e quindi per un malinteso concetto di misericordia, a ritenere che esista un benessere umano  che debba essere perseguito  sempre e comunque e che la pace tra gli uomini possa prescindere dai comandamenti e così si finisce inevitabilmente con il credere che Gesù accetti l'adulterio o addirittura l'omosessualità e che magari le convivenze more uxorio siano equivalenti ai matrimoni sacramentali  etc etc..
Si finisce insomma con il credere ad un dio del bene  terreno che non si capisce bene
in quale Vangelo si trovi. Un dio che gradisce che tutti si faccia un pò come si vuole.
Praticamente un'inversione dell'adorazione: dio si piega alle nostre idee e noi finiamo con il chiamare dio un'artefatto della nostra mente, un prodotto della nostra fantasia un qualcosa non molto diverso di un cartone della disney, della pixar ...anche se poi in realtà un """"""dio""""" che per accontentarci accetta i nostri peccati c'è : è satana.
Ecco tutti quelli che pensano che Dio accetti gli adulteri, i rapporti sessuali fuori dal matrimonio, i rapporti anali e orali tra gay e non, l'aborto, l'eutanasia etc etc adorano satana e semplicemente prendono in giro loro stessi chiamandolo "dio".

NB: la pace di satana
Qualcuno, forse, vuol mettere in discussione che esista una pace su cui nemmeno  i diavoli trovano da ridire?
Certo che esiste una proposta di pace che nessuno contesta. Un pace che consiste nel dire al risposato che è giusto rifarsi una vita senza matrimonio in Dio, che dice al gay di vivere la sua sessualità in maniera naturale, che dice al cristiano di lasciar vivere gli altri nelle loro fedi per rispetto alla loro cultura. Certo che esiste una pace del mondo, ma questa è la pace di satana non quella di Dio. Ognuno si regoli in che tipo di pace vuol vivere
.







Site Map